VOLANTINO SINDACALE URITAXI-CIISA-ATA CASARTIGIANI-AIT-UGL-CONFARTIGIANATO-ASSARTIGIANI

COMUNICATO AI TASSISTI

Cari colleghi, nell’ultima riunione della Commissione Consultiva, l’Amministrazione comunale, con il solito metodo ricattatorio ormai normalmente in uso nei nostri confronti, ha messo i rappresentanti della categoria dinnanzi a due possibili scelte:
o accettare i turni integrativi per Termini con le modalità dettate dall’amministrazione comunale, o altrimenti avrebbe deliberato 500 nuove “targhe verdi” con G.P.S., dedicate al servizio da e per la stazione Termini.

Senza soffermarsi sui metodi non democratici ai quali siamo ormai abituati e che l’amministrazione comunale si può permettere di usare a causa del totale appiattimento da parte di alcune sigle sindacali, è da rilevare come sia stato inevitabile ripiegare sulla seconda scelta per respingere l’immissione delle nuove 500 licenze con G.P.S.. trovandoci costretti, ancora una volta, ad accettare l’ennesimo ricatto.

Sicché, pur esprimendo la massima contrarietà al fatto che si costringa una categoria di lavoratori a lavorare sottocosto, non vorremmo dare il pretesto a chiunque usi metodi a dir poco dittatoriali, di puntare ancora una volta il dito contro di noi per deliberare altre nuove licenze (come qualcuno vorrebbe…)

Vogliamo però chiarire sin d’ora, che per il futuro non saremo più disposi a subire alcun ricatto da parte di nessuno.

Basta con i ricatti e con le umiliazioni !!!

A nostro avviso, già a partire dal prossimo mese di settembre, dovremo tornare a lottare con fermezza per rivendicare i nostri sacrosanti diritti, quali:

1. l’adeguamento delle tariffe ferme da quasi 7 anni, che ci è stato sempre negato, nonostante l’esponenziale crescita dei costi di gestione;

2. Una maggiore velocità commerciale dei mezzi pubblici;

3. La tutela del nostro lavoro dalla incessante invasione dei Noleggi di fuori Roma, ai quali viene consentito di lavorare stabilmente sul nostro territorio, con la vergognosa complicità di Comune, Provincia e Regione.
4. La trasparenza sulle nuove licenze gestite da soggetti diversi dagli assegnatari;

5. La riconquista della dignità della nostra categoria che in questi ultimi mesi hanno tentato in ogni modo di sottrarci, con la complicità dei maggiori organi di stampa al servizio della politica.

Senza dimenticarci che alcuni nostri colleghi, padri di famiglia, per causa di questo vero e proprio REGIME non lavorano più da oltre 6 mesi, in molti casi per motivi irrisori e lontani nel tempo, con l’assordante silenzio delle solite sigle sindacali che alcuni di voi ancora sostengono!

Alla faccia della difesa dei lavoratori! Vergogna!!!

Sono ormai troppi i danni che abbiamo subito dal tanto decantato “modello Roma”.
Dovremo quindi lottare duramente per ottenere sufficienti garanzie sul nostro futuro.
Ma attenzione: dobbiamo farlo prima del 14 ottobre, altrimenti potrebbe essere troppo tardi…

URITAXI – CIISA – ATA CASARTIGIANI – AIT – UGL CONFARTIGIANATO – ASSARTIGIANI