TRASPORTI: TAXI E NCC REVOCANO SCIOPERO, SINDACO HA CAPITO

SCIOPERO REVOCATO

ROMA, 26 LUG – Lotta ai noleggiatori che vengono da province diverse da Roma e caccia a chi non osserva le regole per la sosta negli aeroporti della Capitale. Queste le richieste avanzate dalle sigle sindacali dei tassisti e degli Ncc di Roma che oggi sono stati convocati dal sindaco di Roma Gianni Alemanno per un colloquio durato circa due ore. Un incontro domenicale organizzato dopo l’annuncio da parte di Ugl taxi e Ncc, Cgil, Cisl, Uil, Ati e di altre sigle di indire uno sciopero per domani dalle 7 alle 22. È bastato l’invito in Campidoglio, arrivato ieri, per portare la categoria a revocare la manifestazione. Soddisfatto il coordinatore nazionale dell’Ugl taxi Pietro Marinelli: «Il sindaco ci ha dato grande disponibilità. È successo proprio quello che pensavamo. la lotta agli abusivi sarà molto aspra». La scelta di indire uno sciopero per domani ha, però spaccato la categoria; il 3570 di Loreno Bittarelli, candidato per il Pdl al Senato alle scorse elezioni politiche, l’Uri taxi, l’Ata, la Confartigianato e il Cna, infatti, non avevano aderito alla proposta. Per Marinelli il disaccordo si basa sul fatto che «alcune sigle sindacali sono in maggiore sofferenza rispetto a chi non vive la condizione della strada dei tassisti. La manifestazione era indetta per sottolineare i temi caldi e i nostri problemi che il sindaco ha capito bene e ci ha convocati. L’Uri taxi ha un modo suo di comportarsi, è un pò una bandiera che va al vento. Io non ho nulla da dire sull’Uri taxi perchè ci ha sempre appoggiati ma in questo caso sta sbagliando».(ANSA). KZD 26-LUG-09 19:43 NNN