TAXI, URI: «BERRUTI LASCI COMMISSIONE MOBILITÀ»

OMR0130 3 LAV TXT Omniroma-TAXI, URI: «BERRUTI LASCI COMMISSIONE MOBILITÀ» (OMNIROMA) Roma, 20 LUG – «La Commissione Mobilità del Comune di Roma si è riunita in data odierna per esprimere il proprio parere sul nuovo Regolamento taxi, propedeutico all’adeguamento delle tariffe. Nonostante tutti gli aumenti dei costi di gestione che i tassisti hanno dovuto subire negli ultimi anni, ci risulta che la Commissione abbia ancora, ingiustificatamente, preso tempo per esprimersi al riguardo. Ciò pare sia dovuto a una proposta del PD, condivisa dal consigliere ex tassista, Maurizio Berruti, che avrebbe chiesto tempo per proporre alcuni emendamenti. A noi pare davvero incredibile che sia proprio un ex tassista a trovare pretesti affinché non venga attuato l’adeguamento tariffario di cui la categoria ha estremamente bisogno». È quanto dichiara in una nota il direttivo di Uritaxi Lazio. «Giunti a questo punto il consigliere ex tassista Maurizio Berruti farebbe meglio a mantenere la promessa – finora non mantenuta – che fece in concomitanza della delibera che consentiva l’accesso ai motocicli su alcune corsie preferenziale, di dimettersi dalla commissione Mobilità del Comune di Roma – prosegue la nota – Dopo tutti i disastri che ha combinato in questi mesi, sarebbe sicuramente la miglior cosa da fare, per il vero bene della nostra categoria. Ma forse per lui la poltrona, conta molto di più degli impegni presi a suo tempo con i tassisti». red 201852 LUG 11 

FINE DISPACCIO

OMR0131 3 CRO LAV TXT Omniroma-TAXI, CIISA: DELIBERA SLITTA, SCANDALOSO NULLA DI FATTO DOPO 3 ANNI DISCUSSIONE (OMNIROMA) Roma, 20 LUG – «Abbiamo appreso che in data odierna si è riunita la commissione mobilità trasporti per discutere del nuovo regolamento taxi e del tanto atteso adeguamento tariffario per gli operatori del servizio pubblico non di linea e ci rammarica il fatto che anche questa volta quello che ne è emerso è un nulla di fatto, con la probabilità che il tutto slitti al mese si settembre». Così, in una nota, Alessandro Atzeni, segretario nazionale Ciisa-Taxi. «La categoria incassa e va avanti, ma riteniamo scandaloso che dopo circa tre anni di discussioni e lotte i tassisti capitolini non riescano a vedere materializzato il sacrosanto diritto dell’adeguamento tariffario e del nuovo regolamento taxi che andrebbe subito a tutelare, in maniera concreta, anche gli utenti sotto il profilo della legalità e trasparenza – continua – Ricordiamo, infatti, che il nuovo regolamento comunale e la nuova proposta tariffaria hanno ricevuto parere positivo anche dalle più rappresentative associazioni dei consumatori e dall’autorità garante della concorrenza e del mercato. Per quanto ci riguarda noi abbiamo dimostrato la massima fiducia all’attuale amministrazione che di riflesso non ci sta ripagando con la stessa moneta, in quanto l’impegno e la promessa di chiudere il tutto entro la metà di luglio non sono stati mantenuti. Ci auspichiamo che prima della fine dell’estate ci vengano fornite delle certezze e chi governa, sindaco e assessore ai trasporti, abbiano il coraggio di scegliere quello che é giusto o sbagliato, senza cedere alle ostruzionistiche pressioni di qualche consigliere comunale». red 201901 LUG 11 

FINE DISPACCIO