TAXI, SINDACATI: «PROSEGUONO AZIONI CONTRO ABUSIVISMO NCC» (

OMNIROMA) Roma, 10 APR – «Prosegue l’ondata di inchieste giudiziarie avviate in tutta Italia, su nostra segnalazione, per sgominare il dilagante malaffare presente nel mondo di coloro che utilizzano impropriamente autorizzazioni di noleggio con conducente rilasciate dai più disparati comuni italiani». È quanto affermano in un comunicato le sigle sindacali Ugl taxi, Federtaxi Cisal, Unica taxi Cgil, Fit Cisl taxi, Uil trasporti taxi, Ati, Mit e Anar – autonoleggiatori romani dopo la diffusione della notizia di otto denunce presentate dai carabinieri Nemi (Rm) nei confronti di autonoleggiatori e loro complici. «Alla luce di questa operazione condotta dai carabinieri – prosegue la nota – integreremo la denuncia già presentata nei confronti dei responsabili del comune di Nemi, ai sensi dell’articolo 513 del codice di procedura penale (Turbativa di mercato), chiamando questi signori a rispondere anche in sede civile dei danni arrecati ai nostri associati. Nei prossimi giorni, inoltre, lanceremo una massiccia campagna informativa indirizzata al comandante dei vigili urbani Raffaele Clemente e alla responsabile dei Gpit Raffaella Modafferi – continua la nota – inviando specifiche segnalazioni relative a luoghi nei quali, in palese contrasto con le normative di settore, parcano abitualmente autonoleggi di fuori Roma. Auspichiamo – conclude la nota – che l’amministrazione comunale si svegli da un torpore che da troppo tempo l’attanaglia e che ha consentito in questi anni lo sviluppo di molteplici forme di abusivismo a danno degli operatori regolari del settore».