rieti

TAXI, SINDACATI: IRRICEVIBILI ALCUNI CONTENUTI IN DDL CONCORRENZA

ImmaginiUpload-NCC-TAXI

(OMNIROMA) Roma, 01 AGO – «Il governo si appresta a far approvare tramite un apposito voto di fiducia il DDL concorrenza, con al suo interno i principi della legge delega con la quale potrà intervenire per stabilire un nuovo quadro di regole per il nostro comparto». – È quanto dichiarano, in una nota, Uiltrasporti taxi, Ugl taxi, Federtaxi Cisal e Faisa Confail – «Abbiamo più volte manifestato nel corso del tempo, la nostra disponibilità al confronto, per addivenire ad una riforma complessiva del settore che possa trovare un corretto equilibrio tra le diverse tipologie di servizio presenti, al fine di contrastare realmente i diffusi fenomeni di abusivismo. Abbiamo presentato, unici tra tutti, due emendamenti; poi respinti; chiedendo l’abolizione della lettera 180 legge delega ed il mantenimento dei requisiti di accesso per tutti Tuttavia, come già denunciato in passato, alcuni dei contenuti presenti nella delega non sono assolutamente ricevibili. In particolare, – continuano i sindacati – l’esplicito riferimento alla disciplina delle piattaforme tecnologiche, intesa come possibile intermediazione tra »conducenti e passeggeri«. Sia ben chiaro che per noi il servizio di trasporto pubblico non di linea può e potrà essere esercitato solo da persone regolarmente in possesso di licenza taxi ed autorizzazione di noleggio da rimessa, nel rispetto del principio di territorialità. Queste sono le linee guida che ispirano il nostro lavoro ed il nostro impegno sindacale e con le quali ci misureremo con il governo, quando sarà chiamato ad elaborare i decreti legislativi con cui riformerà il settore. In attesa dell’imminente decreto interministeriale che dovrà ristabilire regole minime per il settore, prima della riforma complessiva, – conclude la nota -invitiamo tutti i colleghi ad una vigilanza massima».