TAXI, SINDACATI: ABUSIVISMO DILAGA IN TUTTA LA CAPITALE

(OMNIROMA) Roma, 09 LUG – "Mentre il sindaco Marino e l’assessore Improta restano totalmente indifferenti ai continui scandali che travolgono il settore ed in particolare il mondo del noleggio con conducente, l’abusivismo dilaga in tutta la città". E’ quanto affermano, in un comunicato, le strutture sindacali maggiormente rappresentative del settore Ugl taxi, Federtaxi Cisal, Fit Cisl taxi, Uil trasporti taxi e Mit. "Le principali porte di accesso alla Capitale, la stazione Termini e l’aeroporto di Fiumicino, nella sostanziale assenza di qualsiasi forma di controllo, hanno raggiunto un livello di degrado inaccettabile per un paese civile, con migliaia di turisti prigionieri ogni giorno, di orde fameliche di abusivi tradizionali, titolari di licenze taxi che lavorano in modo improprio e autonoleggiatori che esercitano in totale spregio di qualsiasi regola". "Dopo la magra figura rimediata con il sequestro di una settantina di licenze rilasciate dal comune di Campodimele che hanno circolato abusivamente per anni sul territorio cittadino, il rinvio a giudizio di un ex vigile del Gpit che stampava autorizzazioni di noleggio false, quale altro scandalo dovrà nuovamente scoppiare"  – conclude la nota – "per scuotere dal loro atavico torpore i componenti della strana coppia Marino e Improta???".