TAXI-NCC, SINDACATI: «MARINO AZZERI VERTICI GRUPPO PRONTO INTERVENTO TRAFFICO»

(OMNIROMA) Roma, 04 GEN – «Malgrado il nuovo anno, i novemila tassisti e noleggiatori Romani vengono di nuovo umiliati nel leggere l’ennesima inchiesta giornalistica che descrive scenari inquietanti su come é ridotto il settore». Lo dichiarano in una nota i rappresentanti di Ugl Taxi, Fit Cisl, Federtaxi Cisal, Movimento italiano tassisti e Anar. «Dopo l’incredibile vicenda del vigile, allontanato dal Corpo per la presunta contraffazione delle autorizzazioni Ncc extracapitoline, che, inverosimilmente, riesce a tutt’oggi, ad operare impunito con un’autorizzazione Ncc di Villafranca in Lunigiana, invisibile persino agli ex colleghi – prosegue la nota – conferma che questo settore è ormai divenuto il ‘refugium peccatorum’ del malaffare. Rassegnati, ormai, a dover lavorare nella più completa deregolamentazione, chiediamo al sindaco Marino di risparmiarci l’inutile e ridicola carrellata di cifre positive che riguardano l’operato del Gpit: la triste verità è ormai sotto gli occhi di tutti. Chiediamo, invece, al sindaco e al comandante Clemente il coraggio di dare una risposta concreta agli onesti operatori e alla Città, ovvero l’immediato azzeramento politico e tecnico dei vertici del Gruppo pronto intervento traffico di Roma Capitale, un atto ormai indispensabile per ridare credibilità ad un corpo, è bene ricordalo, che dovrebbe avere nel suo dna proprio il contrasto all’abusivismo nel settore taxi ed Ncc capitolino».