TAXI-NCC, M5S: MOZIONE PER AUMENTARE CONTROLLI SU TUTTA ATTIVITÀ

(OMNIROMA) Roma, 11 DIC – «Il Trasporto Pubblico Locale non di linea (taxi e ncc) di Roma sarebbe oramai in mano ad un sistema di criminalità finanziaria organizzata che ha fondamento in quei dipendenti delle Amministrazioni comunali in tutta Italia che continuano ad emettere autorizzazioni NCC illecite e fraudolente grazie a coperture politico-amministrative a tutti i livelli, e che vengono a lavorare, stabilmente, sul territorio di Roma Capitale, pur non avendone i requisiti». Così, in una nota, il gruppo capitolino del Movimento 5 stelle. «Il liberismo senza regole – prosegue la nota – ci ha portato a questo, nonostante le leggi che regolano il settore, chiare e cristalline, ci siano e siano pienamente in vigore. I ripetuti casi di Comuni oggetto di attenzione da parte delle varie Procure della Repubblica stanno solo a dimostrare che la turbativa di mercato messa in atto da questo sistema criminale non è una novità visto che il Comune già sapeva tutto dal 2010, poiché aveva commissionato a Roma Servizi per la Mobilità s.r.l. uno studio che ha fatto »finalmente luce« sull’intero sistema che depaupera il lavoro delle autorizzazioni regolari degli NCC e taxi della Capitale. Questa è l’amara constatazione che il Movimento 5 Stelle, unitamente ad alcune sigle sindacali e associazioni di categoria ha fatto dopo gli ultimi recenti accadimenti. È obbligo, ora, porsi una domanda: in uno Stato di diritto è ancora possibile accettare un livello simile di illegalità che, ogni giorno, è sotto gli occhi di tutti? Il Movimento 5 Stelle di Roma pertanto attraverso una mozione, impegna il Sindaco e la Giunta: ad esercitare un controllo su tutta l’attività svolta nella precedente Amministrazione, dal GIPT e da Roma Servizi per la Mobilità s.r.l., onde ravvisare eventuali omissioni e/o reati di qualsivoglia e natura; a dotare il GIPT di ogni più idoneo strumento atto ad esercitare un effettivo e continuativo controllo sulla regolarità dell’emissione delle autorizzazioni non di Roma nonché sull’ubicazione delle rimesse delle stesse, che stabilmente operano sul territorio di Roma Capitale, lavoro tutto che, ad oggi, viene regolarmente svolto da associazioni e sigle sindacali Taxi ed NCC di Roma, con notevole successo; a dotare Roma Servizi per la Mobilità s.r.l. di ogni strumento onde porre sotto controllo tutte le registrazioni nelle liste bianche delle autorizzazioni non di Roma dandone comunicazione, in forma automatica, al Comune che ha emesso l’autorizzazione per i relativi controlli; a porre fine a questo mancato gettito fiscale nelle casse del Comune di Roma, e di prendere una posizione inequivocabile e pubblicamente chiara per eliminare, una volta per tutte