TAXI: MARINELLI (UGL), CATEGORIA IN STATO AGITAZIONE

ROMA, 22 GIU – «L’Ugl Taxi e Ncc dichiara lo stato di agitazione per protestare contro il documento presentato oggi ai rappresentanti delle categorie sindacali riguardo il decreto Milleproroghe». Lo rende noto il coordinatore nazionale Ugl Taxi, Pietro Marinelli dopo la riunione di oggi svoltasi presso il Ministero dei Trasporti. (ANSA). ST 22-GIU-09 21:00

DOCUMENTO CONSEGNATO DAL MINISTERO AL TAVOLO TECNICO DEI TASSISTI E NOLEGGIATORI

COMUNICATO GRUPPO TECNICO TAXI TAVOLO MINISTERIALE 22 GIUGNO 2009

Roma 22 Giugno
Oggi nella tarda serata si è riunito il tavolo tecnico istituito presso il Ministero dei Trasporti per discutere del cosiddetto "Decreto Milleproroghe".
Il Governo non è riuscito a sciogliere la pregiudiziale relativa alla composizione del tavolo.
Per questo motivo hanno partecipato, oltre ai 5 rappresentanti del settore Taxi e i 5 del settore NCC, 2 ulteriori rappresentanti del settore NCC con il ruolo di "uditori".
Il Consigliere giuridico del Ministro Dott. Mastandrea ha illustrato la situazione e i termini giuridico legali della situazione verificatasi.
L’intenzione del Governo è la seguente:
1) nei prossimi giorni sarà chiesta la proroga dei termini di scadenza della sospensione dell’efficacia delle disposizioni previste nel Decreto mille proroghe. Termini che verranno posticipati al 31/12/2009.
2) il Ministro comunque non intende giungere al 31/12/2009 ma chiudere la vertenza entro e non oltre l’inizio della pausa estiva dell’attività legislativa, ovvero entro il 08/08/2009.
3) La soluzione del Ministero sarà mediata tra i vari interessi in campo nella misura in cui si sarà in grado di produrre un testo effettivamente condiviso dalle 2 categorie della modifica del mille proroghe.
Al termine dell’esposizione è stata consegnata a tutti i presenti una bozza di ulteriore modifica delle proposte precedentemente avanzate dal Ministero e consegnateci in data 28 Maggio ultimo scorso.
Alla consegna non si è potuto replicare alcunché e ci è stato riferito di apportare le modifiche, le migliorie e le integrazioni ritenute necessarie entro e non oltre il termine della prossima riunione che sarà il giorno 02 Luglio p.v. Esaminate le proposte di modifica il Governo si riserva di decidere.
Ad una prima lettura del testo ci sembra di dover esprimere forti dubbi e perplessità sulla volontà di giungere ad una composizione equa e corretta della vertenza nel rispetto dei principi stabiliti dalle preesistenti norme di Legge.
Per il tavolo tecnico Campagnolo, Nordio, Onorati, Pontecorvi, Villa.