TAXI BITTARELLI




TAXI, CORRIERE DELLA SERA: LA SFIDA DI BITTARELLI

OMR0000 4 CRO,POL TXT Omniroma-TAXI, CORRIERE DELLA SERA: LA SFIDA DI BITTARELLI (OMNIROMA) Roma, 14 giu – «Nel dibattito sul caro-taxi, che la settimana scorsa ha provocato un primo scontro in consiglio comunale tanto che il Campidoglio ha annunciato il rinvio a ottobre delle nuove tariffe, irrompe Loreno Bittarelli, presidente del ‘3570’. ‘Gli aumenti devono scattare subito, altrimenti faremo le barricatè, premette il »superfalco« dei tassisti. Il sindaco Alemanno ‘Ha scelto cattive amicizie e non rispetta gli impegnì. Fargli la guerra? ‘Per noi che lo abbiamo eletto è il colmo dei colmì. ‘Non mi piace l’indecisionismò, dice Bittarelli. La tendenza a galleggiare, a non risolvere i problemi. ‘Già, la categoria è stufa d’aspettare. I tassisti chiedono fatti concretì». Così Lorenzo Bittarelli, presidente del 3570, intervistato da Fabrizio Peronaci sul Corriere della Sera. «Ma stiamo parlando di Alemanno: c’era anche lei in piazza due anni fa a festeggiarlo – chiede il Corriere a Bittarelli – ‘Certò, risponde il presidente del 3570, ‘e gli voglio ancora bene. Però, se ha vinto le elezioni, lo deve a me. Se era per gli amici di cui si circonda oggi, che votarono Storace, Gianni al ballottaggio nemmeno ci arrivavà. E così lei adesso rompe il fronte sindacale e va alla guerra: ‘Ho i miei buoni motivi. E, attenzione, la base è dalla mia partè. L’aumento medio del 28% delle tariffe non vi basta?: ‘No, al contrario: così è troppo alto e diventa un boomerang per noi tassisti, ci fa un danno d’immagine enorme. È sufficiente un più 10-12%. Ma subito. In settimana. Comunque prima dell’estate. Basta traccheggiare. Gli adeguamenti tariffari non si annunciano, si fannò. È un ultimatum: ‘Sì, ostacoleremo ogni rinvio con tutte le nostre forze. Se necessario, faremo le barricatè». red 141119 giu 10

FINE DISPACCIO



TAXI, BITTARELLI:«OK DIMINUZIONE TARIFFA 5KM MA UNIFICAZIONE CON FIUMICIN

OMR0000 4 CRO TXT Omniroma-TAXI, BITTARELLI:«OK DIMINUZIONE TARIFFA 5KM MA UNIFICAZIONE CON FIUMICINO» (OMNIROMA) Roma, 14 giu – «La maggior parte dei sindacati dei tassisti è disponibile a ridimensionare l’aumento richiesto da 0,92 a 1,52 euro al chilometro, per i primi 5 chilometri di percorso. Del resto, la proposta che noi avanzammo al sindaco Alemanno e all’assessore Marchi, nella riunione con i sindacati del 15 gennaio del 2009 prevedeva semplicemente di unificare la tariffa dei taxi dei comuni di Roma e di Fiumicino, introducendo la cosi detta tariffa progressiva e pareggiando i costi delle tratte fisse, nell’ottica di una maggiore trasparenza nei confronti dell’utenza. Nell’affrontare questo argomento, ritenemmo anche opportuno suggerire di ritoccarne leggermente gli importi, visto che l’attuale tariffa è in vigore da circa tre anni. Ma su questo argomento c’è stata un vera e propria imposizione da parte di alcuni sindacati, dei quali auspichiamo un ripensamento – alla quale l’amministrazione comunale ha ceduto – che hanno voluto che per i primi 5 chilometri il tassametro aumentasse a dismisura. Già a suo tempo, noi di Uritaxi avevamo espresso forti perplessità al riguardo, ma i nostri suggerimenti non furono ascoltati. Al di la delle varie strumentalizzazioni politiche del caso, ci spiace dover constatare che anche alcune associazioni dei consumatori, invece di unirsi a noi sostenerci nel sostenere un ridimensionamento della proposta tariffaria e di unificazione della tariffa con i taxi del comune di Fiumicino per una maggiore trasparenza nei confronti degli utenti, oggi si ostinano a cavalcare soluzioni demagogiche, alle quali ormai non credono più neanche loro stessi». Lo dichiara, in una nota, Loreno Bittarelli, DI Uritaxi. red 141638 giu 10

FINE DISPACCIO