TAXI, BITTARELLI (PDL): «RUTELLI LA SMETTA DI LANCIARE FANGO»

Roma, 08 apr – «Di legalità Rutelli non può proprio parlare. È bene, infatti, che i Romani rammentino che Rutelli si candida a sindaco di Roma con l’appoggio elettorale di chi come ‘Tarzan’ rivendica, con orgoglio, la commissione di reati come curriculum per la sua elezione». Lo dichiara in una nota Loreno Bittarelli, candidato al Senato nelle liste del Pd. «Del resto – continua – non c’è affatto da meravigliarsi della legittimazione che in questo modo Rutelli fa della illegalità, considerata l’opinione che dello stesso ha espresso la Corte dei Conti, in merito alla illegittimità delle consulenze elargite durante la sciagurata e pregressa sua esperienza di Sindaco di Roma. Rutelli dunque – prosegue Bittarelli – la smetta di spargere fango su una categoria di lavoratori esasperati e ridotti sul lastrico da lui e dal suo emulo Veltroni. I tassisti auspicherebbero, da parte di chi si candida ad essere sindaco di Roma, il superamento della stagione dell’odio ideologico che Rutelli stesso ha iniziato nei confronti di lavoratori non ‘omologatì e che hanno sempre fatto della libertà e della dignità del loro lavoro una bandiera irrinunciabile di vita. Ridicolo e paradossale, infine, è il riferimento all’immagine internazionale di Roma, in ordine alla quale è fin troppo semplice e naturale invitare Rutelli a pensare all’immagine internazionale di Napoli, data da quella sua stessa maggioranza politica di cui ora egli fa parte e della quale si sta avvalendo nel tentativo di riappropriarsi del governo della Capitale». red 081715 apr 08