TAXI, BERRUTI (PDL): “CONTINUERÀ IMPEGNO SU PARCHEGGI”

(OMNIROMA) Roma, 07 FEB – "E’ indubbio che la destabilizzazione fatta da Veltroni rilasciando 2mila licenze taxi, decisione che in realtà non nasceva da una attenta analisi di domanda e offerta come la legge prevede, abbia prodotto una effettiva riduzione degli spazi di sosta per le vetture bianche. Negli anni 80 a Roma esistevano 145 parcheggi taxi, tutti dotati di colonnina telefonica; e al momento del nostro insediamento (2008) ci siamo trovati con circa 70 parcheggi che non erano sufficienti per contenere gli 8mila taxidella Capitale. Su questo problema abbiamo lavorato realizzando nuovi parcheggi, che comunque non sono ancora sufficienti a soddisfare le necessità di operatori e utenza. Proprio per questo ci stiamo impegnando, ancor di più, proprio per ampliare i parcheggi nella città, come del resto è previsto dal regolamento comunale, non solo per dotare la città di nuovi parcheggi, ma anche delle colonnine per il sistema telefonico. Nel progetto del numero unico, uno dei punti necessari e previsti è proprio l’ampliamento sia degli spazi di sosta che delle stesse colonnine telefoniche atte a questo nuovo servizio. In sostanza perciò, molte problematiche che abbiamo ereditato nel settore taxi le abbiamo affrontate e normate con delibere e regolamenti. Altro ancora dovrà essere fatto, ma sicuramente abbiamo tolto dalla palude un problema che stagnava da oltre 30 anni". Lo dichiara in una nota il vice presidente della Commissione Mobilità di Roma Capitale Maurizio Berruti.