SUL MESSAGGERO CRONACA DI ROMA INCHIESTA SU NCC, MAZZETTE E LAVORO NERO

 

«I soldi li consegno ogni sera in un autolavaggio abusivo» L’INCASSO MENSILE OSCILLA TRA 13 MILA E 16 MILA EURO IL DEPOSITO I soldi vengono infilati in un cassetta di sicurezza, così pure le chiavi. Ecco come funziona il business in una delle false autorimesse romane. I mezzi vengono parcheggiati all’interno di un autolavaggio gestito da stranieri. Alle 4 di notte i Viano neri sono tutti in fila. Hanno le targhette con licenze da Greccio, Montalto Uffugo, Chieti. Chi arriva la mattina trova le chiavi in una piccola cassetta di sicurezza a combinazione. Fa il codice e prende il minivan che ha già il pieno. I primi viaggi della mattinata sono con alcuni alberghi: chiamano le auto per i clienti che devono raggiungere l’aeroporto di Ciampi-no e Fiumicino. La corsa costa circa una sessantina di euro. Altre auto arrivano al Pantheon, in piazza Poli, qui cercano di agganciare i turisti stranieri, facendo finta di essere tassitsti.

IL SISTEMA C’è pure una cooperativa che viaggia a Roma con licenze rilasciate dal Comune di Firenze.

Che ha un regolamento ferreo. Ma anche a Firenze probabilmente i controlli sui rilasci non sono così rigorosi se alcune delle loro auto «dormono» a Roma, vicino al quartiere Prati, facendo spola tutto il giorno tra alcuni hotel del centro e gli aeroporti di Ciampino e Fiumicino. Delle 6mila targhe Ncc che gravitano attorno a Roma, ben 3.419 sono quelle che hanno l’autorizzazione annuale di accesso alla Ztl, pur provenendo da comuni distanti anche centinaia di chilometri, Sicilia, Calabria, Campania. Ma ovviamente se i furgoni non vengono pizzicati in flagranza, vale tutto. Intanto a fine giornata, con l’incasso, l’autista a cottimo rientra al garage o alla rimessa abusiva. L’incasso mensile varia dai 3 ai 6mila euro, spese escluse. C’è pure chi giura di essere arrivato a incassare lOmila euro in un mese. Forse è fantascienza. I soldi finiscono in una busta con la distinta delle corse. Viene imbucata in una fessura murata del garage. Le chiavi tornano nella cassetta di sicurezza a combinazione. Il contante viene ritirato la mattina presto, verso le cinque, da un socio della cooperativa. E un’ora dopo i primi autisti ripartono coni furgoni.

R. Tag.