ROMA: CAMPIDOGLIO, LICENZE TAXI SOSTITUTIVE SOLO A CHI HA COMPIUTO REATI MINORI


Roma, 15 mag. – (Adnkronos) – «Abbiamo il massimo rispetto per le posizioni del Codacons ma riteniamo assolutamente inutile la polemica sul recente provvedimento di giunta che dà la facoltà all’amministrazione comunale di consegnare 21 licenze sostitutive, al posto di quelle in precedenza annullate, a soggetti che si trovino oggi in regola con la disciplina prevista dall’articolo 17 della legge regionale 58/93, successivamente modificata dalla legge regionale 9/07». È quanto dichiara l’assessore alla Mobilità e ai trasporti del Comune di Roma, Sergio Marchi (Pdl). «Tale legge – aggiunge Marchi – prevede che per reati minori contro il patrimonio, inferiori ad un anno di condanna, sia possibile rilasciare il titolo sostitutivo a patto che gli stessi tassisti abbiano riottenuto la reiscrizione alle liste della Camera di commercio e artigianato. Nel pieno rispetto della legge il Comune di Roma analizzerà, uno ad uno, i 21 casi citati avvalendosi del supporto dell’Avvocatura comunale, dell’Ufficio temporaneo di scopo per il Tpl non di linea, recentemente istituito, e di una Commissione presieduta da un alto magistrato della Corte dei conti, per verificare l’esatta osservanza della normativa vigente». «Ad un primo esame – conclude l’assessore Marchi – risulterebbe comunque che la stragrande maggioranza delle 21 licenze annullate riguardi reati minori con condanna non superiore a 15 giorni convertiti in sanzione amministrativa e conseguente pena pecuniaria». (Red/Opr/Adnkronos) 15-MAG-09 19:22 NNN