NCC, UILT: «ILLEGALITÀ NON SPEGNE MOTORI NEANCHE DAVANTI A PATRIMONIO STORICO»

IMG-20150807-WA0003(OMNIROMA) Roma, 07 AGO – «Apprendiamo con piacere, da un noto quotidiano, che anche i commercianti e residenti del centro storico si sono accorti delle centinaia di furgoni con licenze ncc provenienti dai più disparati comuni italiani, da nord all’estremo sud, che quotidianamente invadono le vie e le piazze nel cuoe di Roma». È quanto dichiarano, in una nota congiunta, Alessandro Atzeni e Ivano Fascianelli del coordinamento regionale Uil trasporti settore taxi. «Crediamo sia importante anche far sapere ai romani che uno dei promotori di questo oscuro businnes è un ex vigile del gruppo pronto intervento traffico rinviato a giudizio per vari reati tra cui il mercimonio di concessioni ncc. Lo sapranno di certo anche i vertici della polizia di Roma Capitale, compreso il comandante Clemente, e il corpo del GPIT diretto dalla Dott.ssa Modafferi, che ormai da anni si ostinano a non vedere e a voltarsi dall’altra parte nonostante l’ex istruttore capo si affacci sul Campidoglio ogni giorno con una concessione distante 600 km da Roma. La cosa certa è che tale comportamento offende l’intero corpo dei vigili urbani – continua la nota – aumentando quel senso di insicurezza e sfiducia verso le istituzioni per un mancato rispetto delle regole che residenti, commercianti ed operatori regolari del trasporto pubblico non di linea si aspetterebbero invece in una società civile. Per quanto ci riguarda – proseguono – noi continueremo a denunciare ogni illecito nell’ambito del trasporto pubblico non di linea, dove sono già state sequestrate oltre 1500 autorizzazioni false o rilasciate in regime di abuso d’ufficio, provocando anche l’apertura di indagini nei confronti di sindaci e funzionari comunali corrotti. L’auspicio è che la tendenza delle istituzioni a chiudere un occhio, che a Roma si trasforma in totale cecità, – conclude la nota – si trasformi prima o poi in desiderio di correttezza e decoro per la città eterna e i suoi residenti». red 071517 AGO 15

FINE DISPACCIO