NCC, BERRUTI (PDL): «CONTROLLI MIRATI CONTRO CONCORRENZA SLEALE»

 OMR0032 3 POL TXT Omniroma-NCC, BERRUTI (PDL): «CONTROLLI MIRATI CONTRO CONCORRENZA SLEALE» (OMNIROMA) Roma, 09 AGO – «L’intervento effettuato questa mattina per controllare il rispetto delle regole nel trasporto pubblico non di linea, e nello specifico i noleggi con conducente provenienti da altri comuni, vanno nella direzione di ristabilire un giusto riequilibrio in questo settore. Le passate gestioni del centrosinistra, infatti, hanno alimentato con le loro politiche una deregolamentazione dissennata, che non ha risolto ma semmai aggravato pesantemente i problemi, assurti agli onori della cronaca anche grazie ai servizi di »Striscia la notizia«, che mettevano alla berlina i rapporti che alcuni Ncc di fuori Roma intrattenevano e intrattengono con alcuni portieri di albergo romani». Lo dichiara in una nota Maurizio Berruti (Pdl), vice presidente della commissione Mobilità di Roma Capitale. «Dobbiamo tenere conto – aggiunge – che a Roma abbiamo circa 7000 permessi di accesso degli Ncc nella ztl, e di questi almeno 6000 riguardano noleggiatori di fuori Roma. Le ricadute sui flussi di traffico delle corsie preferenziali e sulla circolazione cittadina, sull’aumento dei costi di esercizio e la riduzione delle entrate per gli altri operatori del servizio pubblico di trasporto locale non di linea sono puntuali ed inevitabili. Un altro esempio eclatante di quanto detto è l’aeroporto di Fiumicino, dove Roma Capitale, dopo una mirata riorganizzazione del servizio, da tempo effettua controlli regolari. Ncc di altri comuni intervengono in quella importante piazza non di loro competenza, creando un’inflazione dell’offerta ed abbandonando di fatto il servizio nel comune d’origine, che ha rilasciato quell’autorizzazione per servire il proprio territorio. Per inciso, va ricordato che, per i noti studi di settore (Minimum tax) , si crea anche un fenomeno di vistosa evasione fiscale: è cosa ben diversa operare in un piccolo centro con incassi e costi relativamente bassi, dall’ operare in nero e in modo abusivo in una grande metropoli come Roma. I controlli a tappeto nella Capitale a tutela degli utenti e di tutti gli operatori del servizio pubblico non di linea continueranno e si intensificheranno. Intanto voglio ringraziare il sindaco Alemanno che ormai da tempo sta mettendo mano a questa situazione, che troverà anche nel regolamento comunale del trasporto pubblico locale non di linea, che presto sarà varato dall’Assemblea Capitolina, gli strumenti per riportare nella norma e nel rispetto delle basilari regole di mercato coloro che ad esse si sottraggono proditoriamente». red 091401 AGO 11 

FINE DISPACCIO