MILLEPROROGHE: ALEMANNO NEL MIRINO DELLA PROTESTA NCC A ROMA

(ANSA) – ROMA, 17 FEB – «Alemanno servo dei tassinari», «Alemanno vai tu in rimessa», «Alemanno: lo stupro è legale e gli Ncc no?». Questi alcuni degli striscioni esposti dai circa duemila noleggiatori scesi in piazza per protestare contro le «restrizioni» alla loro professione che sarebbero state introdotte nel decreto Milleproroghe su «pressione del sindaco di Roma». Nel mirino della protesta degli Ncc (Noleggiatori con conducente), c’è proprio il sindaco di Roma Gianni Alemanno «che – spiega il consigliere Anitrav (Associazione nazionale noleggio con conducente) Giulio Aloisi – ha fatto pressioni su alcuni senatori suoi amici affinchè fosse introdotta nel decreto Milleproroghe una modifica in senso restrittivo della legge 21 che ci riguarda». «Questo è il prezzo che Alemanno ha pagato a nostre spese per il voto dei tassinari a Roma», gli fanno eco diversi manifestanti che, nel corteo partito da piazza di Porta Capena e diretto a piazza Madonna di Loreto espongono diversi cartelli contro il sindaco di Roma. «Licenziato causa crisi? – recita uno di questi – No causa Alemanno».(ANSA). YJ4-FG/SAF 17-FEB-09 12:09 NNN