Lombardia/Consiglio: si’ unanime a mozione su vicenda tassista ucciso

(ASCA) – Milano, 23 apr – Solidarieta’ concreta ai testimoni dell’assassinio di Luca Massari, il tassista massacrato a Milano il 10 ottobre 2010 dopo aver investito un cane. E’ questo l’impegno di una mozione votata all’unanimita’ su proposta di Riccardo De Corato e Francesco Dotti (Fratelli d’Italia).”Una vicenda dolorosa per Milano”, l’ha definita De Corato.Nei due anni e mezzo seguenti il cittadino che, con la sua testimonianza, ha permesso la condanna dei responsabili dell’omicidio ha subito una serie di pesanti minacce, danneggiamenti e intimidazioni, che lo hanno condotto alla perdita del lavoro e della casa, oltre che obbligato a lasciare la citta’ con la sua famiglia.La Regione ”si impegna quindi a coinvolgere con ogni mezzo gli Enti locali e le associazioni presenti sul territorio per dimostrare la solidarieta’ concreta dell’istituzione ai testimoni”, che sono stati fra l’altro insigniti dell’Ambrogino d’Oro dal Comune di Milano.Testimonianza che avverra’ anche attraverso il Fondo per le vittime della criminalita’, come ha spiegato l’assessore alla Sicurezza, Simona Bordonali.’Regione Lombardia fara’ tutto il possibile per garantire una casa al principale testimone”, ha assicurato l’assessore regionale alla Casa, Housing Sociale e Pari opportunita’, Paola Bulbarelli. ”Al piu’ presto – ha spiegato – coinvolgero’ Aler e Comune di Pavia, per poter dare insieme alle associazioni che si occupano di queste situazioni, una risposta a quest’uomo che ha dovuto abbandonare la sua casa, il suo lavoro e la sua citta’ e che paga per il suo coraggio di denunciare”.