IL DESIGN DEI TAXI DI LONDRA AL CENTRO DI UNA DISPUTA LEGALE

Nuovo concorrente avrebbe copiato stile dello storico black cab (ANSA) – ROMA, 15 GIU – Con i taxi londinesi non si scherza, soprattutto se un nuovo concorrente vuole interrompere un monopolio che dura dal 1899, l’anno fondazione della London Taxi Company. Certo, all’epoca c’erano le carrozze trainate dai cavalli e oggi la proprietà è cinese, ma non importa, i taxi della capitale britannica sono sempre stati prodotti dalla stessa compagnia. Ma ora la ‘New Metrocab’ vuole entrare sul mercato e ha presentato un prototipo di taxi ibrido plug-in che verrà prodotto in serie a partire dal 2016, in collaborazione con la Multimatic Holdings. Il problema, secondo la London Taxi Company, è che il suo design è troppo simile a quello del TX4 attuale, discendente di una stirpe iniziata nel 1948 con l’Austin TX3. Per cui l’azienda di Coventry – secondo quanto riportato da Automotive News – ha intrapreso una azione legale presso il tribunale di Londra, sostenendo che lo stile quasi uguale confonderebbe sia i clienti che i guidatori. L’azienda concorrente non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali, ma la tesi difensiva depositata nei documenti agli atti dice che «l’identità del costruttore del taxi è un problema verso cui i clienti sono del tutto indifferenti». In attesa di conoscere la decisione della Corte, il dualismo prosegue, con la London Taxi Company che si dice pronta a investire 250 milioni di sterline per una nuova fabbrica a Coventry, dove costruire una nuova versione ibrida plug-in del ‘black cab’; mentre New Metrocab, dal canto suo, sta già costruendo uno stabilimento da 50 milioni sempre nella stessa zona. Quello che è in gioco è molto più della rottura di un monopolio, visto che il Sindaco di Londra, Boris Johnson, alla fine del 2014 aveva dichiarato che i nuovi taxi londinesi dovranno essere a emissioni zero entro il 2018.(ANSA) Y4C 17-GIU-15 14:36 NNN
FINE DISPACCIO