FRANCIA: TRENTA PROPOSTE PER CHIUDERE GUERRA TRA TAXI E NCC5

 (ANSA) – PARIGI, 24 APR – Trenta proposte per chiudere una volta per tutte la guerra tra i taxi di Parigi e le società di noleggio con conducente, che in Francia si chiamano VTC. In un documento intitolato ‘Un taxi per l’avvenirè, consegnato oggi al premier Manuel Valls, il deputato Thomas Thèvenoud, avanza una serie di idee, tra cui quella di decidere un colore unico per i taxi affinchè siano più facilmente individuabili, ma anche attuare forfait fissi per l’aeroporto o obbligare i tassisti ad equipaggiarsi di macchinette per pagamento con carta di credito. Quanto ai VTC, che con lo sviluppo delle applicazioni per smartphone stanno sbaragliando la concorrenza dei taxi tradizionali, mandandoli su tutte le furie, l’idea è continuare a congelare le nuove immatricolazioni, in attesa di una legge che regoli la loro attività, ma anche di instaurare una formazione obbligatoria agli autisti e un controllo tecnico sui veicoli ogni sei mesi. Al contrario, Thèvenoud non approva l’idea di un tempo d’attesa obbligatorio di almeno quindici minuti per i clienti dei VTC, che a suo avviso violerebbe il principio di «eguaglianza» rispetto ai taxi tradizionali. Una proposta di legge in materia verrà depositata nelle prossime settimane.