FIUMICINO, SEQUESTRATI UN TAXI 8 VETTURE NCC

 




FIUMICINO, SEQUESTRATI UN TAXI 8 VETTURE NCC E DENUNCIATI 2 TASSISTI

OMR0000 4 CRO TXT Omniroma-FIUMICINO, SEQUESTRATI UN TAXI 8 VETTURE NCC E DENUNCIATI 2 TASSISTI (OMNIROMA) Roma, 15 mar – Dall’inizio dell’anno la Squadra Vetture del Gruppo Pronto Intervento Traffico ha controllato nell’aeroscalo internazionale di Fiumicino oltre 1300 vetture tra tassisti e noleggiatori e ha elevato 345 sanzioni amministrative con 43 sequestri di autovetture per l’esercizio abusivo dell’attività e per altre gravi irregolarità riscontrate. Nel fine settimana appena trascorso sono finiti nella rete dei controlli del G.P.I.T. diretti dal comandante Carlo Buttarelli, diversi irregolari. In particolare un tassista romano, M.G. di 48 anni, è stato individuato mentre si stava procacciando clienti nonostante la licenza gli fosse stata sospesa. La sospensione perché il 9 marzo scorso presso l’aeroporto di Ciampino si era rifiutato di trasportare un cliente. A suo carico, oltre la sanzione pecuniaria che può arrivare sino a 6.500 euro, anche il ritiro della patente, della carta di circolazione ed il sequestro del taxi finalizzato alla definitiva confisca da parte del Prefetto. Altri due tassisti, E.C. e D.C. due fratelli romani rispettivamente di 33 e 28 anni, sono stati sorpresi mentre rimuovevano dalla loro vettura il «tag-trasponder». Questo dispositivo elettronico deve obbligatoriamente essere istallato all’interno di tutti i taxi che operano nel terminal. L’apparecchiatura è stata introdotta dall’Autorità Aeroportuale per evitare che i soliti furbastri possano, ai danni dei loro stessi colleghi, scavalcare la fila negli stalli o scegliersi corse e clienti. I due fratelli tassisti, che avevano nascosto i trasponder nelle vicinanze, non si sono accorti che ad osservare le loro mosse c’erano gli agenti della Squadra Vetture che li hanno posti sotto sequestro. Successivamente fermati gli veniva contestato di non essere in possesso della prescritta apparecchiatura. Per evitare le pesanti responsabilità conseguenti i fratelli replicavano di essere stati vittime di un furto mentre si trovavano al bar. All’atto dell’esibizione della denuncia presentata alla PolAria poche ore dopo, ai vigili non è restato che deferire i tassisti all’Autorità Giudiziaria per simulazione di reato con l’irrogazione della sanzione di 2000 euro ciascuno nonché il conseguente quanto temutissimo rapporto alla Commissione di Garanzia che veglia sul comportamento dei conducenti delle vetture pubbliche del Comune di Roma. Infine, sono scattati i sequestri delle vetture anche per nove noleggiatori di cui uno totalmente> abusivo ed otto titolari di licenze fuori Roma intenti a procacciarsi clienti sprovvisti della prescritta committenza. Le carte di circolazione ritirate verranno inviate alla Motorizzazione Civile per la sospensione in quanto i conducenti esercitavano abusivamente il servizio di trasporto pubblico di persone. red 151346 mar 10

FINE DISPACCIO