FIUMICINO, BERRUTI (PDL): “SOSTEGNO A LEGALITÀ RICHIESTA DA SINDACATI TASSISTI”

(OMNIROMA) Roma, 03 APR – "Da diversi anni ormai si sta attuando una forma di deregolamentazione del trasporto pubblico non di linea. All’interno di questa situazione nel tempo sono stati inseriti elementi inflattivi e destabilizzanti, come quello effettuato da Veltroni attraverso il rilascio di 2000 licenze taxi senza averne accertata la necessità, e come quello del rilascio di una grande quantità di autorizzazioni per noleggio con conducente effettuato da piccolissimi comuni italiani. Su quest’ultimo punto già sono in corso diverse inchieste da parte della magistratura e delle autorità competenti. L’insieme di queste condizioni ha fatto aumentare le criticità sul trasporto pubblico non di linea nell’area della grande porta di Roma costituita dall’aeroporto Leonardo da Vinci. Infatti in quella sede si addensano fenomeni di abusivismo di trasporto persone taxi e noleggio con conducente che hanno raggiunto ormai limiti non più tollerabili, destabilizzando a fondo l’economia dei regolari operatori di Roma Capitale. Abbiamo visionato di persona che nel perimetro antistante l’uscita dei passeggeri stazionano persone che invitano a servirsi dei taxi abusivi, creando una specie di parterre da suk arabo che nulla a che vedere con un hub di tale importanza. La manifestazione tenuta oggi dai sindacati del trasporto pubblico non di linea in questo quadro complessivo ha ragioni da vendere. Comunque Roma Capitale con i suoi uomini, negli anni e negli spazi di sua competenza, ha attuato e sta attuando tutte quelle forme per il ripristino delle legalità. Purtroppo il lassismo che negli ultimi decenni su questo tema è stato apportato dalle giunte di centrosinistra ha incrementato notevolmente il fenomeno, che oggi necessità di interventi più ficcanti da ognuno per le proprie competenze e ambito. L’immagine di Roma Capitale, la necessaria trasparenza e sicurezza dei passeggeri, devono essere garantite utilizzando quegli strumenti che già sono in mano delle autorità. L’Europa non può essere solo un pareggio di bilancio, ma deve costituire spunto per il rispetto delle regole ovunque". Lo dichiara in una nota Maurizio Berruti, vice presidente della commissione Mobilità di Roma Capitale.