Denunciate illegalità nei noleggi di auto col conducente

AVEZZANO. Giro di vite sulle concessioni Ncc (Noleggio con conducente) nella Marsica. Da diverso tempo gli addetti ai lavori stanno controllando le autorizzazioni che vengono rilasciate dai diversi Comuni del territorio. Ad oggi ne sono state consegnate oltre 100, ma queste verrebbero utilizzate soprattutto a Roma. Ieri, nella Marsica, sono arrivati l’avvocato Arturo Grasso del foro di Roma, legale dell’Ncc Italia, e il presidente dell’Anar Ncc Italia, Riccardo Rosai. I due, accompagnati dal presidente del consorzio Ncc Abruzzo, Gianni D’Amore, hanno fatto il punto della situazione. «È grave che alcune persone, rilasciando dichiarazioni false, si fanno autorizzare per le concessioni Ncc qui nella Marsica e poi operano su Roma», ha spiegato l’avvocato Grasso, «parliamo di un fatto innanzitutto non legale; inoltre la situazione sta procurando danni sia agli operatori presenti sulla capitale quanto al territorio marsicano che di fatto non ha il servizio». Chi si sta battendo per vedere questa forma di trasporto attivo nella Marsica è proprio Gianni D’Amore. «Siamo qui anche per D’Amore» ha aggiunto Grasso «il quale si sta battendo per una giusta causa. Invece di essere spalleggiato dalle istituzioni, in alcuni casi è stato ostacolato. Andremo in fondo a tale vicenda, chiederemo un incontro con il prefetto dell’Aquila, Francesco Alecci, e presenteremo delle informative dettagliate anche all’antimafia di Roma».

Dante Cardamone