DAL CORRIERE DELLA SERA

Un nuovo incontro ieri mattina tra Mauro Calamante ed i tassisti. Questa volta su un tema preciso: la pubblicizzazione negli alberghi della tariffa da e per gli aeroporti di Fiumicino (40 euro) e Ciampino (30 euro). E una nuova tappa: perché il titolare della Mobilità si è impegnato a mettere a punto con gli albergatori un’ intesa per pubblicizzare questa tariffa del servizio taxi nelle stanze degli hotel: dovrebbe essere pronta entro la prossima settimana. I clienti troveranno in camera un dépliant con le cifre per gli aeroporti. Non solo. Da domani ripartirà il turno rinforzato alla stazione Termini: vi saranno 200 vetture in più, collegate al posteggio «All’ interno delle Mura Aureliane», ovvero soprattutto verso il centro della città. «Faremo una nuova sperimentazione dalle 8 alle 20 – afferma Maura Tirillò della CNA – vedremo se questa volta le cose riusciranno a funzionare meglio». Per i conducenti, però, resta fondamentale una diversa viabilità per raggiungere rapidamente ed altrettanto rapidamente ripartire dalla stazione. Su questo hanno anche presentato un progetto (fin dalla fine di dicembre) che prevede che venga ripristinato un piccolo tratto di corsia preferenziale fra largo Magnanapoli e via Panisperna in direzione di Santa Maria Maggiore. Oppure la svolta a destra da largo Magnanapoli a via Nazionale, per permettere l’ imbocco veloce della corsia preferenziale. «Rimane comunque da istituire – prosegue Maura Tirillò – un ufficio di coordinamento che preveda la presenza di Trenitalia, o quanto meno la possibilità di attingere una serie di informazioni, al fine di permettere che a Termini ci siano i taxi quando i treni arrivano pieni e non quando i passeggeri non ci sono». La pubblicizzazione della tariffa per gli aeroporti era stato uno dei punti salienti del protocollo d’ intesa fra il Comune e le organizzazioni sindacali dei tassisti. Oggi, però, i conducenti ritengono che il Campidoglio non abbia fatto abbastanza con gli albergatori. Al punto che tre giorni fa avevano inscenato una protesta in via Veneto, con tanto di assemblea in piazza Barberini e una distribuzione di volantini: ne hanno fatti stampare 50 mila e continuano a darli ai loro clienti. «Abbiamo anche preparato – aggiunge la leader della CNA – circa mille strisce che applicheremo alle nostre vetture per far sapere a tutti che vi è una tariffa fissa per Fiumicino e per Ciampino. Vediamo se riusciamo a farlo finalmente a sapere ai turisti».
Garrone Lilli (31 marzo, 2007) Corriere della Sera