UBER: RINVIATA A PRIMAVERA CAUSA SU STOP LICENZA A LONDRA

IMG-20161221-WA0027

 Nell’attesa servizio resta attivo. E dietro le quinte si tratta (ANSA) – LONDRA, 11 DIC – Tutto rinviato fino a tarda primavera sulla questione del ritiro della licenza a Uber annunciato dalle autorità comunali di Londra in seguito all’accusa di violazioni delle regole britanniche sulla sicurezza e le garanzie di lavoro imputate al colosso Usa dei ‘taxionlinè, ma congelato in attesa del verdetto sul ricorso presentato dalla stessa azienda. Lo ha annunciato Emma Arbuthnot, il giudice della Westminster Magistrates’ Court incaricata di dirimere la faccenda, la quale ha fissato le prime udienze sul merito della causa fra maggio e giugno. Arbuthnot si é limitata oggi a sentire in sede preliminare la parti – Uber da un lato, l’ente Transport for London dall’altro – mentre fra domani e dopodomani deciderà sull’ammissibilità del sindacato Gnb e dell’associazione dei tassisti dei tradizionali Black Cab (entrambi ostili a Uber) in veste di parti terze. Nel frattempo il servizio resta attivo, poiché il ricorso sospende il provvedimento di mancato rinnovo della licenza. Mentre dietro le quinte trattative dirette sono già state intavolate fra il sindaco Sadiq Khan e i nuovi vertici dell’azienda americana, dopo che questi hanno ammesso almeno in parte alcune lacune e hanno chiesto pubblicamente scusa. Uber impiega oltre 40.000 autisti a Londra e si stima abbia un bacino d’utenza di 3,5 milioni di clienti.(ANSA).