rieti

UBER, SINDACATI TAXI: SI RISPETTINO LE SENTENZE , NO A NUOVI COLPI DI MANO

IMG-20151201-WA0014(OMNIROMA) Roma, 12 APR – «Risulta davvero singolare che mentre il ministro Graziano Delrio afferma che non si possa lavorare in grandi città come Roma e Milano con un autorizzazione di noleggio rilasciata nelle Marche, in barba alla recente sentenza emessa dal tribunale civile della Capitale, la società californiana Uber continua tranquillamente a distribuire corse ad autisti di Comiso e di altre realtà territoriali». È quanto affermano in una nota Ugl Taxi, Federtaxi Cisal, Uil trasporti, Fit Cisl ed Associazione tutela legale taxi. «Nella giornata appena trascorsa, effettuando alcune corse civetta nelle aree centrali della città di Roma, abbiamo nuovamente dimostrato con quale arroganza si muove questa potente multinazionale, disattendendo i risultati di una sentenza già esecutiva». «Auspichiamo ora» – conclude la nota – «che l’azione dei soliti parlamentari lobbisti, come già successo in occasione della recente approvazione del mille proroghe, non porti ad alcun nuovo colpo di mano, al fine di poter realmente agevolare il dialogo già aperto in sede di confronto ministeriale, tra le rappresentanze sindacali di categoria ed il Governo».